le costanti in php
All, Corso PHP, PHP, Sviluppo

Le costanti in php – Impara a programmare in php – Capitolo 6

Le costanti in php, cosa sono e a cosa servono?

Benvenuti nel sesto capitolo del nostro corso dove andremo a vedere cosa sono le costanti in php e la loro differenza con le variabili. Nel precedente capitolo abbiamo visto come installare il nostro laboratorio virtuale per lo sviluppo di un progetto o semplicemente per svolgere gli esercizi al fine di imparare a programmare in php.

Le costanti in php, come si può dedurre dal nome, sono delle porzioni di memoria in cui il contenuto non cambia durante la fase di elaborazione del nostro codice. A differenza di una variabile una volta definita una costante il suo valore resterà sempre lo stesso assegnato al momento della dichiarazione, ogni tentativo di cambio del valore produrrà un errore.
Vediamo come vengono definite le costanti in php:

define('NOME_COSTANTE','valore costante');

Come per le variabili anche le costanti devono rispettare le regole di assegnazione a seconda del tipo di dato che vogliamo inserire. Ricordiamo che se inseriamo una stringa andranno messi gli apici o i doppi apici per la dichiarazione, mentre se dobbiamo definire un numero gli apici non servono.
Esempio:

define('NOME_COSTANTE','valore costante');
define("NOME_COSTANTE","valore costante");
define('NOME_COSTANTE',54);
define("NOME_COSTANTE",54);

Abbiamo appena definito delle costanti in php ma dobbiamo fare attenzione che la definizione delle costanti è case sensitive come per le variabili, quindi NOME_COSTANTE è diverso da nome_COSTANTE.
Per le costanti è possibile dichiararle anche case insensitive, basterà aggiungere il valore true al momento della definizione

define('NOME_COSTANTE','valore costante',true);
echo NOME_COSTANTE; //corretto
echo nome_costante; //corretto
echo NOME_costante; //corretto

Come abbiamo notato nella stampa a video di una costante non è necessario il simbolo $ che contraddistingue le variabili.

Le operazioni

Le operazioni con le costanti sono uguali a quelle con le variabili come addizione, sottrazione, moltiplicazione, divisione, modulo.
Ricordiamoci che tutte le operazioni sia nelle variabili che nelle costanti devono seguire le regole matematiche classiche per esempio 5+7*2 è diverso da (5+7)*2.

Come sempre per problemi, curiosità o spiegazioni più dettagliate potete lasciare un commento o contattarmi. Alla prossima lezione.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *