Comandi Base di Linux la guida per tutti!

Guida ai comandi base di Linux.

Cercando in rete mi sono accorto che non è facile trovare una lista di comandi base di Linux pronta e disponibile per le operazioni più elementari da eseguire tramite la shell del nostro sistema operativo Linux. Vediamo quindi una serie di comandi base di Linux elencando i vari comandi indispensabili per le prime operazioni.

Operatore CAT

Con l’operatore CAT si concatenano i suoi ingressi e lo scrive sullo standard input. Se vengono specificati dei file, cat li considera come input.

cat [opzione] [file]

Le varie opzioni che possiamo usare con il comando CAT sono:

  • -n –number le righe vengono numerate.
  • -v –show-nonprinting: vengono visualizzati i caratteri di controllo presenti negli ingressi.

Alcuni esempi per l’operatore CAT:

  • Visualizzare il contenuto del file pippo:

cat pippo.txt

  • Visualizzare il contenuto del file pippo ma con le righe numerate:

cat -n pippo.txt

  • Concatenare i file:

cat pippo.txt pluto.txt

Operatore MORE:

Dopo aver visto le caratteristiche dell’operatore cat, possiamo passare ad un altro dei comandi base di Linux; MORE. L’operatore more riporta in uscita gli ingressi specificati una schermata alla volta. Per procedere una riga alla volta basta premere il tasto ENTER mentre, se si vuole scorrere una schermata alla volta basterà fare pressione sulla barra spaziatrice.

Alcuni Esempi:

cat pippo.txt | more

more pippo.txt

Entrambe le sintassi riportano lo stesso risultato.

Operatore MAN

Con l’esecuzione del comando Man, vengono formattate e visualizzate le eventuali pagine di un elemento. L’elemento (nell’esempio nome) può riguardare il nome di un comando, il nome di una funzione, il nome di un file di configurazione o altro.

man [sezione] [opzione] nome..

Esempi:

  • visualizzare la pagina del manuale di CAT:

man cat

  • visualizzare la documentazione del comando printf nella sezione 3

man 3 printf

Operatore PWD

L’operatore pwd ci aiuta a visualizzare il nome della directory corrente con il percorso completo.

Operatore CD

L’operatore cd entra nella directory specificata. Se cd non è seguito da nessuna directory specificata, allora il comando porterà nella home della directory dell’utente.

cd [directory]

Esempi:

  • entrare nella director usr/include

cd /usr/include

Operatore CP

Per quanto riguarda l’operatore cp, abbiamo due modi per rappresentare il comando di copia:

cd [opzione] file-origine… directory

oppure

cd[opzione]file origine… file-destinazione

Nel primo modo viene copiato il file-origine nella directory specificata mentre, nel secondo modo, verrà copiato il file “file-origine” nel “file-destinazione”

 

Le varie opzioni che possiamo usare con il comando cp sono:

  • -b, –backup: crea copie di backup dei file che stanno per essere modificati
  • -f, –force: non chiede conferma quando l’operazione richiede la sovrascrittura di file
  • -i, –interactive: chiede conferma prima di sovrascrivere i file
  • -r, click here –recursive: copia in modo ricorsivo directory e sottodirectory
  • -v, –verbose: stampa in uscita i file mentre li copia

Esempi:

cp pippo.txt pluto.txt /home/directory

cd pippo-old.txt pippo-new.txt

Operatore MV

Come per l’operatore cp, il comando MV può essere espresso in due modi:

mv[opzione] file-origine.. directory

oppure

mv[opzione]file-origine.. file-destinazione

Nel primo modo si spostano i file specificati nella directory specificata; il secondo modo invece rinomina il “file-originale” nel “file-destinazione”

Le varie opzioni che possiamo usare con il comando mv sono:

  • -b, –backup: crea copie di backup dei file che stanno per essere mossi
  • -f, –force:non chiede conferma quando l’operazione deve sovrascrivere dei file
  • -i, –interactive: prima di sovrascrivere dei file viene chiesta l’autorizzazione
  • -v, –verbose: mentre i file vengono spostati vengono stampati a video i loro nomi

Esempi:

mv pippo.txt pluto.txt /home/nomedirectory

mv pippo.txt pluto.txt

Operatore MKDIR

il comando mkdir è utilizzato per la creazioni di un directory con un nome specificato dall’utente.

mkdir [opzione] nome-directory

Esempio:

mkdir pippo

Operatore RM

il comando rm rimuove i singoli file specificati ma non la directory

rm [opzione] nome-file

Le varie opzioni che possiamo usare con il comando rm sono:

  • -f, –force: cancella i file senza chiedere permessi
  • -i, –interactive: viene chiesta conferma di ogni eliminazione
  • -r, –recoursive: vengono eliminati ricorsivamente anche eventuali directory e loro contenuto

Operatore RMDIR

L’operatore rmdir ci aiuta nell’eliminare le directory specificate solo se all’interno non vi è presente alcun file o cartella

mrdir[opzione] nome-directory

Esempio:

rmdir /home/pippo

Operatore LN

Anche l’operatore ln ha due modi per essere eseguito:

ln[opzione] file-origine directory

oppure

ln[opzione] file-origine [link-da-creare]

Nel primo caso per ogni file specificato viene creato nella directory specificata un hard link collegato a quel file con lo stesso nome del file. Nel secondo invece viene creato un hard link collegato al file-origine con il nome specificato in “linke-da-creare”

Le varie opzioni che possiamo usare con il comando ln sono:

  • -b, –backup: effettua una copia di sicurezza
  • -f, –force: sovrascrive i file senza chiedere permessi
  • -i, –interactive: chiede conferma prima di sovrascrivere i file
  • -s, –simbolyc: viene creato un link simbolico invece che hard
  • -v, –verbose: viene stampato un elenco di tutti i collegamenti che sono stati effettuati.

 

Spero di essere stato utile e chiaro nella redazione dei comandi base di linux, vi prego di segnalarmi tramite commento o messaggio privato altri comandi che ritenete utili per i primi approcci al mondo linux.

Se ti è piaciuto questo articolo, considera il fatto di lasciare un commento oppure iscriverti ai feed Rss feed per ricevere gli articoli futuri .